Non solo teatro a Santarcangelo Festival 15


metteSi è aperta ieri la 45a edizione del Santarcangelo Festival Internazionale del Teatro in Piazza (10-19 luglio), con l’anteprima dedicata al poeta santarcangiolese Raffaello Baldini.

Questa edizione è attraversata da un filone specifico, dedicato ai libri. Sempre ieri, 9 luglio, alla Scuola Elementare Pascucci l’artista norvegese Mette Edvardsen ha presentato il suo progetto speciale Time has fallen asleep in the afternoon sunshine. Il titolo del lavoro è tratto dal romanzo di fantascienza Fahrenheit 451 di Ray Bradbury: per evitare che le fiamme distruggessero i libri, le persone li imparavano a memoria, tramutandosi in scrigno di un patrimonio inestimabile e divenendone totalmente padroni. Lo stesso ha fatto la Edvardsen: 5 performers, tra cui due italiane -Isadora Angelini e Sara Masotti-, hanno imparato a memoria -in inglese, non a caso, learn by heart, ossia imparato con il cuore letteralmente- 5 testi, tra cui Così parlò Zaratustra e Bartleby the Scrivener. Gli spettatori accederanno agli spazi della biblioteca e sceglieranno il loro libro vivente, che li condurrà in un luogo raccolto e silenzioso dove poter iniziare la propria recitazione.

Performance at library Leuven - STUK Leuven (BE)

Performance alla libreria di Leuven (BE)

Prende vita un vero e proprio catalogo di libri viventi consultabili in qualsiasi, che sembrano rianimare tacitamente un luogo normalmente pervaso dall’assenza di rumore e da un inconfondibile profumo di carta stampata. Le parole fuoriescono dalle pagine, invadono scaffali e corridoi divenendo voce in grado di parlare e di farsi realmente ascoltare.

Time has fallen asleep in the afternoon sunshine è aperta tutti i giorni tranne lunedì 13 dalle ore 10.30 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18. Prenotazione obbligatoria.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *