Paratissima 360: arte e creatività invadono il territorio


Paratissima 360 (P360) è il progetto nato per promuovere l’arte emergente 365 giorni all’anno (360 + i 5 giorni della kermesse di novembre) a 360 gradi. Una sorta di ritorno al passato che richiama le edizioni di Paratissima diffuse nel quartiere di San Salvario e riprende la mission originaria della manifestazione: portare l’arte a contatto con il grande pubblico, contaminando la quotidianità in modo sempre più virale. L’obiettivo di P360, infatti, è promuovere l’arte e la creatività attraverso un vero e proprio circuito di mostre temporanee diffuso capillarmente su tutto il territorio urbano. Il progetto si estende lungo le vie della città di Torino coinvolgendo gli esercizi commerciali, i laboratori artigiani e gli studi professionali in qualità di location espositive all’interno di un vero e proprio network creativo.

LE PRIME ESPOSIZIONI DI P360

paratissima360-1

DrinkEasy – Diego Pomarico (inaugurazione giovedì 18 febbraio alle ore 19.00, fino al 15 marzo)

via Maria Vittoria 58/H

“Human Factor” e “One day he decided to change” sono due delle opere dell’artista torinese Diego Pomarico esposte nel cocktail bar di recente inaugurazione. Di forte impatto visivo non solo per le dimensioni, sono l’espressione del disagio contemporaneo e della poetica ribellione di chi si sottrae all’ovvietà delle convenzioni.

Spacenomore – “La velocità del buio” di Irene Gittarelli (fino al 6 marzo)

via Bogino 9

Complice e amica della semioscurità, Irene Gittarelli mette in scena il suo mondo onirico e surreale con scatti di gusto cinematografico che rivelano scene enigmatiche, frame di racconti interrotti che galleggiano, come rebus irrisolti, in una ricorrente penombra.

Funkiglia – Ginger & Glamour hot movie posters exhibit (fino al 28 febbraio)

via degli Artisti 13

Dalle sale buie dei cinema a luci rosse degli anni ’70-’80 Ginger & Glamour ripropone un’ampia collezione di manifesti vintage di Hot Movie, non solo oggetti pop e glamour ma veri e propri documenti di cronaca e di analisi sociologica di un’epoca tanto moderna quanto naïve.

MH_LAB – Collettiva (fino al 26 febbraio)

via Mazzini 34, interno cortile

Gli artisti e i creativi in collettiva: Eleonora Manca, Alessandro Amaducci, Evgenia Elkind, Stefano Gai, Suzie Torchio Bay, Riccardo Cecchetti, Fulvio Colangelo, Sara Barbieri.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *