LIFE: l’esordiente ha il volto di James Dean


deanLos Angeles, 1955. Dennis Stock è un giovane fotografo alla ricerca della sua identità artistica, stufo degli scatti da red carpet trova la sua musa ad un party del regista Nicholas Ray. Si tratta di un attore esordiente, al suo primo film da protagonista, 23 anni lo sguardo truce e sfuggente, l’andatura furtiva con le mani in tasca e la testa bassa. James Dean, colui che diventerà il teenager americano per antonomasia, il ribelle senza causa, non è ancora abbastanza famoso da guadagnarsi la copertina di Life. Tuttavia l’anteprima della Valle dell’Eden si avvicina e Stock è certo di aver trovato in James la chiave di volta della sua carriera.

L’abulia dell’attore interferisce con i progetti del fotoreporter che nonostante tutto decide di seguire Dean prima a New York e poi nell’Indiana. Lì infatti risiedono gli zii del giovane che l’hanno cresciuto sin dall’età di nove anni, quando la madre morì di cancro. Le foto di quei giorni trascorsi insieme catturano l’essenza di un’anima irrequieta e sofferente e segnano il primo passo verso la definizione di un’icona del cinema.

Il film scorre veloce e gradevole, Robert Pattinson dona un volto interessante a Dennis Stock jeamsdeantimesquarerendendolo al contempo intenso e turbolento. Fortemente voluto dal regista Anton Corbijn, Pattinson descrive il suo personaggio come un cattivo padre, incapace di amare il proprio figlio fino a stare male con se stesso. Il tema principale del film è per lui la lotta tra gli ego di due artisti, la gelosia di due professionisti a confronto, chi è il soggetto e chi è il vero talento? Dan DeHaan, classe 1986, è James Dean. Il suo curriculum spazia tra film di nicchia e blockbuster, c’è posto per tutto: iniziando da una particina in Lincoln (2012), poi a fianco di Daniel Radcliffe come poeta della beat generation in Giovani Ribelli-Kill Your Darlings (2013), fidanzato di una zombie nella commedia L’amore ad ogni costo (2014) e infine l’antieroe Goblin nel secondo Spider-Man di Marc Webb (2014).

Nel cast anche un cattivissimo Ben Kingsley come presidente della Warner Bros, e l’italiana Mastronardi nei panni dell’attrice Pierangeli, la donna che spezza il cuore di  Dean.

Life è l’istantanea di un momento passato alla storia, l’attimo in cui l’attore diventa divo grazie all’artista che ne coglie l’essenza.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *