Dal 18 al 24 aprile torna “Torino che legge”


torino che leggeAl via ufficiale questa mattina la nuova edizione di Torino che Legge, un’intera settimana – dal 18 al 24 aprile – dedicata al libro e alla lettura. Stamane la presentazione del ricchissimo programma della manifestazione, organizzata dalla Città di Torino con le sue Circoscrizioni e Biblioteche civiche e dal Forum del Libro, in collaborazione con la Fondazione per la Cultura Torino.

Torino non smette mai di alimentare la passione per il libro e oltre alla serie di eventi, quest’anno l’edizione di Torino che legge sarà arricchita dalla presenza dei quartieri, nell’ottica delle azioni previste da Tutta mia la città, un progetto della Città di Torino che ha come obiettivo principale la valorizzazione di realtà, aree e spazi particolarmente strategici nell’opera di riqualificazione delle periferie. Come ha spiegato il Sindaco Piero Fassino: «Torino che legge è un’occasione preziosa per valorizzare la vivacità e il fermento del tessuto culturale e per raccontare, attraverso le voci degli autori e le parole dei libri, non solo la geografia fisica di quartieri della città meno conosciuti ma nuove identità su cui scommettere il futuro». La proposta culturale dell’evento è ulteriormente allargata grazie alle iniziative in programma sull’intero territorio cittadino: Barriera che legge, LeggerMente, LIBERinbarriera, Libri in corso e Pericentrica, connotate da un forte radicamento territoriale. Insomma, un grande laboratorio cittadino sulla lettura, che getta basi costruttive per proseguire la collaborazione in modo continuativo.

La seconda edizione vedrà alternarsi reading, incontri con l’autore, dibattiti, conferenze e iniziative dedicate al libro e alla lettura, dal centro alle periferie, con centinaia di appuntamenti in: 21 biblioteche, 52 librerie, 60 scuole, case del quartiere, 40 fra enti, fondazioni, associazioni e circoli, metropolitana, tram storico, piazze e giardini. Fra i numerosi ospiti, martedì 19 aprile si segnala il gradito ritorno a Torino di Claudio Magris, alle ore 18.00 nell’Aula Magna della Cavallerizza Reale e di Bianca Pitzorno, alle 21.00 presso la Libreria Il ponte sulla Dora e la presenza il 23 aprile nella sala conferenze dell’Oratorio di San Filippo di Marcello Fois, alle ore 10.00 e di Antonio Moresco, alle ore 18. Molteplici le iniziative dedicate a Miguel de Cervantes e William Shakespeare, nei quattrocento anni dalla loro morte, in collaborazione con l’Istituto Cervantes di Milano e il British Council di Roma, a Guido Gozzano, Piero Gobetti e a Natalia Ginzburg, con la passeggiata letteraria del 23 aprile alle 10.30, curata da Alba Andreini e condotta da Claudio Panella e la rievocazione di Sant Jordi, festa spagnola di libri e rose




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *