Al Salone del libro 22 giovani editori “visionari”


editoriLibri in pasta, verrebbe da pensare di fronte ai 22 giovani editori che “debutteranno” il prossimo maggio nell’ambito dell’Incubatore del Salone del Libro. Perché di idee, anche bizzarre, ce ne sono tante tra questi “visionari”, così li ha definiti Giovanna Milella, presidente del Salone.

Tra i selezionati c’è il talent scout della narrativa italiana contemporanea e quello specializzato nelle storie di migrazioni, quello che propone (con ironia) libri fatti come pacchi di pasta o di detersivo e quello che trasforma una piattaforma online in un libro interattivo. Arrivano da ogni parte d’Italia ma hanno due cose in comune: sono nati da meno di due anni ed è la prima volta che partecipano tutti assieme a una grande manifestazione editoriale.

Format che permette agli editori con meno di 24 mesi di vita di andare al Salone a costi contenuti e in uno spazio esteticamente curato, che li riunisce garantendo loro visibilità, l’Incubatore compie dieci anni. Una ricorrenza che si inserisce in un evento da “tutto esaurito”: «Conto alla rovescia – annuncia Milella – per il 29° Salone Internazionale del Libro, che si inaugurerà il 12 maggio al Lingotto. Migliaia gli editori e gli autori presenti, dall’Italia e dall’estero, e situazione da overbooking. Cercheremo di accogliere tutti, e fra le molte sorprese che ci entusiasmano, in quest’anno di cambiamenti, ci sono le prenotazioni di tante giovani case editrici provenienti da tutta Italia. Sono già più di venti, e insieme daranno vita all’Incubatore. Nascono in controtendenza rispetto alla crisi e portano molte iniziative di qualità. Sono certa che il titolo della 29a edizione, Visioni, illustrato dal libro e dagli occhi profondi disegnati da Mimmo Paladino, attira l’attenzione di chi crede nel futuro e apre con coraggio nuove strade da esplorare».

I giovani editori presenteranno le loro produzioni e i loro autori. Ad accompagnarli nello «svezzamento» nel difficile mondo dell’editoria, due appuntamenti fissi alla Sala Incubatore: ogni mattina alle 12 la Striscia Business, dove gli espositori dell’area possono ascoltare consigli pratici, suggerimenti e strategie di business dalla voce di librerie indipendenti, biblioteche, distributori e uffici stampa di importanti case editrici nazionali, professionisti ed esperti fra cui quelli del Master di Editoria della Cattolica di Milano. In Incubatore… e poi, invece, gli editori passati di lì nelle scorse edizioni (a oggi sono circa 250) raccontano la loro esperienza di crescita: fra di essi nomi poi diventati solide realtà come Gorilla Sapiens, Marotta & Cafiero da Scampia, Lo Stampatello, Intermezzi, Las Vegas, Neo. Edizioni, Tunué.

Scarica qui le schede descrittive di tutti i partecipanti




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *