Genova, città barocca con i Rolli Days


Una città barocca, una strada e un violino: sono questi gli elementi con cui qualche anno fa vi raccontavamo in un nostro articolo la magia di Strada Nuova, meglio conosciuta come via Garibaldi, a Genova. Su questa via si affacciano infatti meravigliosi palazzi patrimonio Unesco, edificati tra la fine del ‘500 e l’inizio del ‘600 da nobili famiglie come residenze private e destinati all’ospitalità di stato della Repubblica di Genova. Sono i palazzi dei Rolli, di cui quest’anno si festeggia il decennale dell’iscrizione nella lista Unesco.

Ecco allora che la città di Genova torna a celebrare i suoi palazzi con tre edizioni dei “Rolli Days”, di cui la prima sarà proprio il 2 e 3 aprile (seguiranno 28 e 29 maggio, 15 e 16 ottobre).

Non si tratta di un esempio isolato: i palazzi dei Rolli si inseriscono in un tessuto urbano ricchissimo, che riflette la ricchezza e la raffinatezza culturale di chi ha governato Genova, nonché le trasformazioni portate dal tempo e dal cambiare del gusto. I Rolli Days di aprile guarderanno proprio alla relazione fra i Palazzi e la città.

23 saranno i Palazzi visitabili, cui vanno aggiunte 6 chiese e alcune ville suburbane, residenze di campagna che le famiglie proprietarie dei palazzi si facevano costruire immediatamente al di fuori del centro città. Confermate le aperture di Villa del Principe, la fastosa residenza di Andrea Doria capolavoro del Rinascimento italiano; Villa ImperialeVilla Migone, pietra miliare della storia della città.

Come consuetudine, durante la visita ai Palazzi sarà possibile avere informazioni storico artistiche da parte di studenti e ricercatori dell’Università degli studi di Genova, che forniranno il loro prezioso contributo. Sulla pagina di prenotazione si potranno prenotare le visite guidate a una selezione di palazzi.

Qui il pieghevole della manifestazione.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *